top of page

Come preparare lo zaino?



Come preparare e organizzare lo zaino da trekking?

 

In montagna, uno zaino ben organizzato può fare davvero la differenza, che si tratti di un’escursione di una giornata, di un percorso itinerante di baita in baita o di un’avventura di trekking in tenda e sacco a pelo. Puoi avere lo zaino migliore al mondo, ma se non è sistemato bene sarà comunque scomodo. Per questo è meglio fare attenzione a distribuire bene il carico, non solo per il maggior comfort, ma anche per essere più stabili e sicuri sui terreni difficili. Inoltre una buona organizzazione ti aiuta a ridurre l’affaticamento, che già di per sé è un fattore importante quando si parla di sicurezza in montagna.

 

I principi base da seguire quando si prepara uno zaino sono:

·        Creare un buon equilibrio distribuendo bene il peso

·        Ridurre il peso a carico di schiena e spalle

·        Portare solo ciò che serve davvero

 

Di cosa dobbiamo tenere conto quando si prepara lo zaino?

 

Distribuzione del peso

La regola generale è: pesante sotto leggero sopra. Quando prepari lo zaino, cerca di mettere gli oggetti più pesanti sul fondo e verso la schiena, così da tenerli più vicini al tuo centro di gravità. Quelli più leggeri invece vanno messi sopra, dove incidono poco sull’equilibrio. Questo ti offrirà un maggior controllo del carico riducendo il rischio di sbilanciamento. 

 

Accessibilità

È meglio mettere gli oggetti che usi più spesso (come mappe, snack ecc.) sopra alle altre cose oppure nelle tasche esterne dello zaino, così da arrivarci facilmente. Lo stesso vale per i vestiti di scorta che può farti comodo tirare fuori in fretta mentre fai una pausa, oppure quando il vento inizia a tirare forte su in quota. Gli oggetti che invece ti serviranno solo a fine giornata, come la tenda e le cose per dormire, possono stare sul fondo dello zaino negli spazi più difficili da raggiungere.

 

Condizioni meteo

È sempre bene tenere conto anche della situazione metereologica.  Un telo impermeabile o un guscio può tornare utile in caso di pioggia, ed è comunque meglio tenere i vestiti di ricambio e i sacchi a pelo all’asciutto dentro sacche impermeabili. Nessuno zaino è impermeabile al 100%! Nemmeno con la copertura antipioggia.

 

Come preparare lo zaino per le escursioni di 1 giorno

 

Che zaino serve?

Partendo dal presupposto che è sempre meglio stare leggeri per escursioni di una giornata uno zaino fino a 25/28 litri sarà sicuramente sufficiente.

 

Da cosa comincio?

Se rientri in giornata è il caso di prendere davvero solo il minimo indispensabile. Per gli zaini piccoli valgono gli stessi principi generali che per gli zaini grandi, ma gli zaini da un giorno di solito sono più corti e non hanno lo scomparto inferiore. Metti gli oggetti più pesanti, come vestiti, cibo o acqua (serbatoio o borraccia) vicino al corpo, assicurandoti che non ci siano bordi appuntiti che ti si possano conficcare nella schiena. Fatto ciò puoi procedere con gli strati impermeabili o isolanti.

 

Cosa metto in cima e nel cappuccio dello zaino?

Il cappuccio dello zaino e le eventuali tasche esterne sono ottimi posti in cui mettere gli oggetti piccoli e quelli che ti servono più spesso o in situazioni di emergenza. A prescindere dall’attività che si pratica, in montagna è indispensabile un kit di primo soccorso. Altri oggetti che puoi mettere nella parte superiore dello zaino, preferibilmente in tasche chiuse da cerniera, sono chiavi, telefono, cartine, bussola ecc.

 

Come preparare lo zaino per le escursioni di più giorni?

 

Che zaino serve?

Muoversi su terreni alpini per più giorni di seguito significa dover portare più attrezzatura, come una tenda e un sacco a pelo oppure, se pernotti nei rifugi, una scorta in più di cibo e vestiti. Gli zaini adatti per questo tipo di escursioni variano dai 35 ai 65 litri circa.

 

Da cosa comincio?

Gli oggetti morbidi e ingombranti come sacco a pelo, materassino e vestiti di ricambio vanno messi sul fondo, seguiti dalla sacca di idratazione, se la usi.

 

Che cosa metto al centro?

Al centro dello zaino puoi mettere gli oggetti pesanti come tendasacco bivacco, fornello, carburante, cibo ecc. Assicurati però di evitare spigoli che premano contro la schiena, causando fastidio.

 

Che cosa metto in cima e nel cappuccio dello zaino?

Sistemi di navigazione (mappe, GPS, bussola ecc.), occhiali da sole, cappello, schermo solare, kit di primo soccorso ecc. sono più facili da raggiungere se li metti in cima allo zaino, nella tasca del cappuccio oppure in vita. È bene anche tenere a portata di mano gli snack, così da poterli prendere facilmente mentre sei in marcia. Ti servirà anche uno strato isolante in più per quando fai le pause. Puoi mettere la giacca impermeabile in una delle tasche portaoggetti, oppure fissarla alle corde elastiche all’esterno dello zaino così da averla a portata di mano.

 

Altri consigli per le escursioni di più giorni

·        Assicurati di mettere in sacche impermeabili il sacco a pelo, i vestiti di ricambio e gli strati isolanti.

·        Cerca di tenere gli oggetti pesanti al centro dello zaino e tra le scapole.

·        Assicurati di tirare le cinghie di compressione per tenere il carico compatto

 

Buon Trekking

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page